martedì 23 agosto 2016

INTERNAUT DAY

Il doodle di Facebook dedicato all'Internaut Day


Il World Wide Web compie 25 anni e l’evento viene celebrato con il primo Internaut Day. Nel 1991 presso il CERN di Ginevra il ricercatore Tim Berners-Lee definì il protocollo HTTP (HyperText Transfer Protocol), un sistema che permette una lettura ipertestuale, saltando da un punto all'altro del web mediante l'utilizzo di link. Il 6 agosto 1991 Berners-Lee pubblicò il primo sito web al mondo, presso il CERN, all'indirizzo http://info.cern.ch/hypertext/WWW/TheProject.html.

Tim Berners-Lee

La facilità d'utilizzo connessa con l'HTTP e i browser, in coincidenza con una vasta diffusione di computer per uso anche personale, hanno aperto l'uso di Internet a una massa di milioni di persone, anche al di fuori dell'ambito strettamente informatico, con una crescita in progressione esponenziale.

Internet, oggi, è sinonimo di globalizzazione. Avere un sito internet significa farsi conoscere dappertutto. Con la diffusione dei social network, il web ha vissuto una rivoluzione epocale, trasformando gli utenti in creatori di contenuti. Quale sarà la prossima evoluzione?

lunedì 11 luglio 2016

Alle PMI conviene l'eCommerce: mercato del fashion cresce del 25% e oltre i 1,8 miliardi di euro.

Crescono soprattutto gli acquisti online via smartphone.


ecommerce



L’eCommerce traina le vendite del Fashino in Italia. Quest’anno il settore avrà una crescita del 25% (oltre 1,8 miliardi di euro totali, con un incremento in valore assoluto di 365 milioni di euro) ed entro la fine 2016 arriverà a occupare una quota del 10% di tutte le vendite online in Italia, secondo solo all’informatica-elettronica. Più in particolare i capi di abbigliamento occupano il 55% del comparto e gli accessori il 45%.


COME APRIRE UN ECOMMERCE E FARLO DIVENTARE UNA ATTIVITÀ DI BUSINESS? CHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA A CHIERIWEB 


Crescono di molto la domanda e gli acquisti fashion via smartphone che aumentano del 26% e superano quota 350 milioni di euro, diventando  uno dei settore con la più alta penetrazione (19%) degli acquisti da smartphone sul totale domanda eCommerce. 
A questi dobbiamo aggiungere gli acquisti da tablet che raggiungono il 33% del totale domanda online.

Sono i dati frutto del risultati du una ricerca di mercato dell'Osservatorio eCommerce B2C, giunto alla quindicesima edizione e promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano.

“L’Abbigliamento è uno dei comparti merceologici più dinamici dell’eCommerce B2c italiano per almeno tre ragioni: ritmo di crescita superiore a quello medio del commercio elettronico, offerta eterogenea e in continuo fermento, e, infine, spiccata propensione all’innovazione” – afferma Alessandro Perego, direttore scientifico degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano – Negli ultimi 5 anni, il tasso di crescita medio annuo dell’abbigliamento è stato pari al 30% circa, il doppio rispetto a quello dell’eCommerce nel suo complesso (+15% circa), sia nella domanda (acquisti dei consumatori italiani da merchant sia italiani sia stranieri) sia nell’offerta (vendite dei merchant con sede operativa in Italia a consumatori italiani e stranieri)”.

“Il comportamento di consumo degli acquirenti di fashion è caratterizzato da un approccio omnicanale, nel quale sia i touch point fisici che quelli digitali giocano un ruolo chiave – precisa Roberto Liscia, Presidente Netcomm - Questo nuovo customer journey è stato ben compreso dalle aziende fashion, che negli anni hanno apportato numerose innovazioni alla customer experience: dall’utilizzo dei social come canale di comunicazione e di customer care, ai totem virtuali nei punti vendita fisici per prenotare i capi non disponibili al momento”. 

Per ultimo segnaliamo come iniziative quali il Black Friday o il Cyber Monday hanno permesso di realizzare in appena due giorni oltre il 5% del totale fatturato online, circa 10 volte il valore delle vendite registrate nello stesso intervallo di tempo in altri periodi dell’anno.


giovedì 30 giugno 2016

IMPRESA 4.0 - PER UN'INDUSTRIA ITALIANA PIÙ COMPETITIVA NELL'ERA DIGITALE

Impresa 4.0 - per un'Industria italiana più competitiva nell' era digitale - Teatro Dal Verme, Milano 5 Luglio


Il 5 luglio al Teatro Dal Verme di Milano “è di scena” il Digitale con l’edizione 2016 dello Studio che Assinform pubblica tutti gli anni sull’andamento del mercato ICT che in questa edizione contiene come novità le previsioni al 2018.

Il volume, che sarà distribuito a tutti i partecipanti, quest’anno è totalmente rinnovato nei contenuti ed è stato curato da Netconsulting cube e dal Politecnico di Milano che ci forniranno il quadro economico e tecnologico del settore per bocca di Giancarlo Capitani e Alessandro Perego.

L’incontro è dedicato ai protagonisti del digitale, delle start-up, delle Pmi innovative, dei giovani talenti, dei gruppi nazionali e internazionali dell’ICT ma vuole anche essere una grande manifestazione incentrata sull’innovazione come fattore strategico di crescita e sviluppo del Paese.

In un periodo in cui avvertiamo i segni della ripresa economica, la presenza del presidente di Confindustria Vincenzo Boccia sta a testimoniare come Il fenomeno interessi tutti i settori economici e produttivi e può rappresentare un motore importante per rilanciare crescita e occupazione.

Il tema scelto per l’Evento è “Impresa 4.0: per un’industria italiana più competitiva nell’era digitale” e i numeri del rapporto Assinform danno ragione all’ottimismo che comincia a caratterizzare il sistema Paese, osservando e misurando il mercato digitale italiano che non solo è ripartito ma ha gettato le basi per una crescita che proseguirà anche nei prossimi anni. La Commissione Europea prevede per l’Italia un aumento del PIL dell’1,1% per il 2016 che anche se non ai livelli di Germania Francia e UK è pur sempre un dato incoraggiante. L’ICT non è da meno ed assisteremo nei prossimi anni ad una progressione delle componenti che ne caratterizzano lo sviluppo.

Si farà il punto sul progetto "Trasformazione competitiva digitale delle imprese e del Paese” che stiamo sviluppando in Confindustria per ridare slancio al nostro sistema d’impresa. I principali driver della ripresa sono le componenti più innovative del settore che sono veri e propri abilitatori della trasformazione digitale. Mobile, IoT, Big Data, Cloud e Security sono i principali pillar della nuova Impresa 4.0 che ha compreso l’importanza della tecnologia come leva strategica per la competitività.

La nuova impresa in digitale comincia a rappresentare un modello a cui le aziende guardano come tendenza strutturale che potrebbe rafforzarsi ulteriormente con la piena attuazione dei grandi progetti della Strategia Digitale del Governo che insieme alle infrastrutture immateriali costituiscono indubbiamente la leva del cambiamento che da anni attendiamo.



mercoledì 29 giugno 2016

CrEATive MUSIC: LA APP CHE AUMENTA L'APPETITO AI PIÙ PICCOLI


CrEATive Music è la nuova App sviluppata dalla Digital Agency ChieriWeb nata per rendere la cucina e i pasti un momento divertente e che unisce il piacere di preparare e gustare il cibo con il piacere di ascoltare la musica: pensata proprio per quei bambini svogliati nel mangiare.


Se il vostro bambino non mangia quanto dovrebbe, o fa i capricci, questa app lo aiuterà a concentrarsi meglio durante i pasti con semplici e gradevoli melodie. 


Le ricette sono divise secondo i vari momenti dei pasti (colazione, pranzo, merenda e cena), con un brano associato che aiuterà a creare un clima piacevole in cucina. 

Lo stesso brano è presente, con l’aggiunta dei rumori della cucina, anche come sottofondo musicale delle varie ricette. 

L’intento è quello di creare un’associazione musicale fra il momento della realizzazione della ricetta e il momento in cui il piatto viene consumato, stimolando la memoria e ricreando il clima piacevole e familiare della preparazione. Le ricette presenti sono proposte come attività ludica per educare i bambini ad una corretta alimentazione e alla riduzione dello scarto. 

L’app nasce dall’esperienza di Davide Spina, che da più di dieci anni si occupa di animazione e gusto in numerose scuole del Nord Italia, con proposte utili a far conoscere il mondo dell’alimentazione attraverso il gioco e la musica. Il maestro Mauro Tabasso ha realizzato le musiche, sfruttando la sua esperienza di arrangiatore, compositore e direttore d’orchestra. Il Laboratorio del Suono del SERMIG di Torino, presso il quale lavora Tabasso, ha collaborato alla realizzazione delle musiche presenti nell’App.

CARATTERISTICHE


 L’app crEATive music© si divide in due percorsi, MUSICA e RICETTE. Nel contenitore MUSICHE sono presenti brani originali appositamente creati per i vari momenti dei pasti (colazione, pranzo, merenda, cena) che potranno essere ascoltati liberamente e in qualsiasi momento dal tuo smartphone o pc. 


Nel contenitore RICETTE, sono presenti le ricette suddivise nei vari momenti dei pasti (colazione, pranzo, merenda, cena). Le ricette create e illustrate appositamente per essere comprensibili e di facile lettura ai bambini, hanno un proprio brano associato che oltre a riprodurre le melodie originali già presenti nella sezione musiche, sono arricchite da suoni e rumori tipici delle preparazioni delle ricette in cucina (es. rottura di un uovo, l’acqua che bolle...). 

Durante il consumo dei pasti, colazione, pranzo, merenda o cena, si possono ascoltare i brani di musica originali senza i sottofondi dei suoni tipici della preparazione. Le ricette presenti nell’applicazione sono da considerarsi degli stimoli alla preparazione di cibi, non hanno una finalità legate ad un apporto proteico e non sono da considerare ricette da inserire in diete particolari; devono essere utilizzate dai bambini alla presenza dei genitori e sono da considerarsi un’attività ludica. 

Ci sono ricette facili che non hanno bisogno dell’utilizzo del fuoco per essere realizzate, adatte a bambini più piccoli, e ricette più complesse dove si richiede l’utilizzo di attrezzi da cucina e del fuoco o del forno, adatte a bambini più grandi.
Con crEATive music©, la colazione, il pranzo, la merenda e la cena diventeranno momenti particolari e unici: tutta la famiglia riunita intorno al tavolo mentre mangia potrà ascoltare i brani musicali originali appositamente ideati per l’app e rendere più gradevole e quindi qualitativo il rapporto con il cibo ai tuoi bambini.( per maggiori informazioni sul progetto crEATive music© visita il sito http://www.creativemusic.it )

L'app è disponibile in due versioni: free e a pagamento (1,99 €). La versione a pagamento ospita un maggior numero di contenuti.

martedì 28 giugno 2016

BREXIT: FORUM FOOD & MADE IN ITALY

Scordamaglia, Presidente Federalimentare: su Politica agricola comune il Regno Unito è sempre stato una zavorra. Senza ostracismo della Gran Bretagna possiamo uniformare le regole sull’etichettatura.

.

“Riassumendo, sì, credo che senza la posizione di ostracismo di Gran Bretagna e di altri Paesi del nord si possa uniformare le regole sull’etichettatura e sull’origine che è quello che vogliamo tutti”: così Luigi Pio Scordamaglia, Presidente Federalimentare, è intervenuto questa mattina al 4° Forum Food & Made in Italy del Sole 24 Ore in merito alle possibili conseguenze della Brexit sul mercato alimentare italiano. “Il ‘Made in’ di cui si parla oggi sui giornali – ha aggiunto Scordamaglia – non è un ‘Made in’ che interessa l’alimentare, ma è un ‘Made in’ che interessa gli altri settori. L’alimentare ha un suo settore a parte. Però credo che anche nel settore della trasparenza, nel settore dell’etichettatura di origine, la Gran Bretagna abbia avuto grandi responsabilità a frenare sempre.Questo ha ingenerato delle reazioni negative anche in Italia. Abbiamo sempre detto, per esempio come industria, che mettere in etichetta, valorizzare l’origine, anche della materia prima italiana, è un valore aggiunto quando questo è possibile, senza ovviamente criminalizzare, come invece a volte si fa, le importazioni di materia prima quando abbiamo necessità di farlo. La posizione di Paesi come il nord Europa e la Gran Bretagna hanno impedito che questo venisse fatto a livello europeo, per cui come reazione, sbagliata, ovviamente ci sono state una serie di iniziative nazionali, da ultimo l’iniziativa francese su latte e salumi, l’iniziativa italiana su latte e formaggi, che sono dei tentativi di risolvere un problema che ovviamente non ha un gran senso perché fatto su base nazionale. Non ci vuole un bambino – conclude Scordamaglia - per capire che si applica solo ai produttori nazionali e non all’ampio prodotto finito che viene oggi importato sui nostri scaffali”.

In generale sul mercato del food and beverage, il Presidente di Federalimentare Luigi Pio Scordamaglia ha sottolineato come il Regno Unito “è sicuramente un mercato di sbocco molto molto interessante, oltre a essere il quarto mercato di sbocco italiano, cresciuto a due cifre, e dove la domanda c’è e rimarrà anche nei prossimi anni. I risultati di svalutazione della sterlina sono evidenti – ha aggiunto Scordamaglia – se questo dovesse continuare, il potere di acquisto di quel mercato si riduce. Io però non vedo né un drastico crollo della domanda, né soprattutto la nascita di chissà quali dazi o quali ostacoli. Credo che nella peggiore delle ipotesi comunque lo spazio europeo di libero scambio continui a esistere e quindi non vedo conseguenze negative. Di contro se parliamo di politica agricola comune, credo che il Regno Unito sia stato davvero un fardello, sia stato una zavorra che ha impedito una vera integrazione della politica agricola comunitaria, quindi l’uscita dal punto di vista di miglioramento della regolamentazione degli standard è sicuramente positiva”.


VALORIZZARE CORRETTAMENTE I CONTATTI ACQUISITI DURANTE UNA FIERA ESTERA

La soddisfazione dell’impresa derivante dalla partecipazione ad una fiera, è direttamente  proporzionata e correlata ad un aspetto di estrema importanza : la capacità di gestire nella modalità e nei tempi corretti i contatti acquisti durante la manifestazione fieristica. 

fiera estera api torino


Sempre di più infatti, eventi di questo genere, non sono più occasioni immediate di vendita, ma situazioni nelle quali si generano contatti che devono ricevere, in tempi rapidi, delle offerte di fornitura. 

La cosiddetta attività di “post‐fiera”, è fondamentale per valorizzare gli investimenti effettuati per la partecipazione ad una manifestazione fieristica; siano essi investimenti in denaro e/o in tempo dedicato. 

Le attività di “post‐fiera” sono attività efficaci se avviate secondo tempistiche precise, ed impiegando scelte e strumenti adeguati, che devono diventare parte degli strumenti di lavoro di un’impresa esportatrice. 

Il seminario tecnico “Come valorizzare correttamente i contatti acquisiti durante una fiera estera” propone alcuni strumenti e suggerisce alcune modalità per un efficace ed efficiente impiego dei contatti ottenuti nel corso di una manifestazione fieristica, sia che l’azienda vi partecipi come espositore o come visitatore. Il corso nasce, come sempre, da tanti confronti avuti negli anni con imprenditori, che hanno evidenziato i problemi e le difficoltà nel gestire questa importante attività, e l’esigenza di superare queste difficoltà, così da rendere effettivamente utile la partecipazione ad una fiera. 

Un momento di incontro e confronto, pratico e dinamico per evidenziare gli aspetti sui quali è utile organizzarsi per tempo, per prepararsi al meglio all’attività post‐fiera. 

Relatore:
Francesco D’Antonio, Consulente Internazionalizzazione 

Programma dettagliato e modalità di partecipazione al seminario nella scheda tecnica.

Ulteriori informazioni e adesioni: relacom@apito.it - 011 4513.276-209

Le adesioni verranno accettate in ordine di arrivo e fino ad esaurimento dei posti disponibili.

lunedì 2 maggio 2016

BEAUTY TREND: A CHIERI UN NUOVO CENTRO ESTETICO

Beauty Trend di Sabina Sardu è il nuovo centro estetico di Chieri (TO). Sarà inaugurato venerdi 6 maggio 2016 alle ore 16:00. Le prime 50 persone che si presenteranno all'inaugurazione riceveranno i Beauty Pass validi come buon sconto per i trattamenti.

beauty trend a chieri di sabina sardu
Quasi tutti conduciamo una vita stressata, stancante e nello stesso tempo sedentaria. Oppure siamo perennemente in piedi o assumiamo posizioni scorrette: ore e ore alla guida, nel traffico, nell'umidità di inverni sempre più lunghi per poi boccheggiare dal caldo quei due mesi l'anno.

Perché non concedersi un massaggio per un'ora di quiete? Una depilazione laser indolore per evitare di soffrire anche quando cerchiamo di farci belle?

Il vero lusso è questo: prendersi cura di se! E che sia con una pedicure o una fangoterapia, non importa ciò che sceglierete ma dove andrete. 

Siete tutti invitati alla inaugurazione: troverete un ambiente accogliente e caloroso. Inoltre, 50 Beauty Pass per trattamenti gratuiti e oltre 100 Beauty Moments a prezzi scontatissimi.


Beauty Trend è in PIAZZA DUOMO 7/A -  CHIERI (TO) 
TEL. 011- 6980296 CELL. 389 5775744
Sito Web: www.beautytrend.it 
Pagina Facebook Beauty Trend


LE MIGLIORI TECNOLOGIE PER SODDISFARE OGNI RICHIESTA 
  • Laser a Diodo: per un'epilazione progressivamente definitiva e priva di effetti collaterali. Il trattamento è estremamente veloce e confortevole. 
  • Body Shape: quattro tecnologie in un unico strumento per il rimodellamento corporeo e per contrastare l'invecchiamento del viso. 
  • Body Press Pressoterapia: sistema combinato di massaggio drenante e circolatorio meccanico, azione detossi- nante e ripristinante il microcircolo dei raggi infrarossi e tonificante e vascola- rizzante dell'elettrostimolazione.
  • Criolipolisi: La soluzione per ridurre efficacemente gli accumuli adiposi localizzati. L'eliminazione delle cellule adipose viene indotta dal loro congelament e consecutivo smaltimento dal sistema linfatico e renale. 
  • Hifu: Tecnologia evoluta di Ultrasuoni Focalizzati ad Altra Intensità per un  trattamento antietà effetto lifting per il viso e per il corpo. La loro azione agisce sia a livello ipodermico che a livello di fascia muscolare superficiale 
  • Silhouette Up: Sistema Combinato e personalizzato per agire sinergicamente sulle diverse cause e inestetismi. 

PROTOCOLLI VISO 

Azione rivitalizzante (35anni e meno): Il rinnovamento cellulare inizia a diventare più lento anche se non dimostra ancora i segni esteriori: inizia a rallentare la produzione di collegare elastina e acido jaluriniuco e che farà perdere, negli anni, rassodamento, vitalità e luminosità al viso. Soluzione: trattamenti preventivi per aiutare a mantenere nel tempo il giusto livello di idratazione. 

Azione preventiva anti-age (35-45 anni): la diminuzione della produzione di collagene elastina e acido ialuronico inizia a essere visibile e a dare i suoi primi segni: la pelle perde la sua elasticità, si assottiglia diventando più secca e asfittica, le linee di espressione si accentuano, le prime rughe diventano visibili e il contorno del viso inizia a perdere il suo ovale. Soluzione: trattamenti riparativi atti a ristabilire un ottimale apporto di idrata- zione, elasticità e compattezza e iniziare a correggere i primi segni dell'età, ridensificando la pelle, grazie alla sinergia di cosmesi altamente professionale e tecnologie esclusive. 

Azione rassodante e anti-rughe (45 anni e +): la perdita di elasticità e la profondità delle rughe diventano sempre più evidenti, anche a causa dell'assottigliamento cutaneo. Il volto appare invecchiato e stanco a causa della perdita dei volumi che crea arre scavate sul viso e il colorito appare molto spento. Soluzione: trattamenti anti age per contrastare gli effetti dell'invecchiamento cutaneo, agire su rughe superficiali e profonde e rendere la pelle più liscia, luminosa e fresca abbinati a tecnologie di ultima generazione che aiutano il riempimento e la distensione delle rughe e la ridefinizione degli ovali. 

Biorivitalizzazione estetica: Le molecole e i componenti utilizzati stimolano l'attività dei fibroplasti della cute e il ricambio cellulare, per conferire elasticità, mobidezza e un grado ottimale di idratazione alla pelle, e proteggerla dai radicali liberi, prevenendone e contrastandone l'invecchiamento. La pelle del viso, collo e décolleté ritrova un aspetto ringiovanito e più fresco. 

PROTOCOLLI CORPO 

Trattamenti anticellulite, rimodellanti, contrastanti l'adipe localizzato, dimagranti, drenanti, circolatori e tonifican- ti. Interveniamo su ogni inestetismo con protocolli specifici che, come per il viso, combinano l'uso sapente di prodotti cosmetici professionali alle manualità delle operatrici e al supporto di metodiche tecnologiche di nuovissima generazione in grado di intervenire in profondità su cause e inestetismi. I diversi protocolli per il corpo combattono i principali inestetismi che lo colpiscono e possono essere combinati tra loro per ottenere i migliori risultati. 

ESTETICA CLASSICA 

Il meglio dell'estetica tradizionale per concedersi una pausa di benessere e di bellezza e prendersi cura di sé. A disposizione trattamenti di depilazione tradizionale con ceretta a rullo e a spatola, depilazione skin's originale per una depilazione delicata e duratura, pulizia del viso normale e specifica, trattamenti viso e corpo specifici, massaggi linfodrenanti, circolatori, emolinfatici, connettivali, ginnastica vasomotoria per le vene, bendaggi caldi e freddi, fangoterapia, manicure, pedi- cure estetico e curativo, trattamenti specifici antiaging mani, programmi d'urto domiciliari.

beauty trend a chieri di sabina-sardu

Beauty Trend è in PIAZZA DUOMO 7/A -  CHIERI (TO) 
TEL. 011- 6980296 CELL. 389 5775744
Sito Web: www.beautytrend.it
emailinfo@beautytrend.it
Pagina Facebook Beauty Trend